Incontra i 7 motori di ricerca più popolari al mondo

 


Mentre combattiamo quotidianamente per generare un miglioramento nella nostra analisi quando esaminiamo il nostro traffico "google / organico" o "google / cpc ", ci possono suggerire molte opportunità mancate.

A volte vale la pena togliersi i paraocchi e guardare la miriade di altre opportunità intorno a noi che possono generare maggiori miglioramenti nel traffico e / o nelle conversioni e per giunta con meno lavoro.

Vi presentiamo uno dei sette principali motori di ricerca (esatto, ce n'è più di uno), assieme ad una breve esplorazione dei dettagli di ciascuno e alcuni collegamenti ad alcuni dei migliori articoli su come commercializzarli e monetizzarli.

1. Google

Con oltre il 75% della quota di mercato della ricerca, difficilmente è necessario presentare i lettori a Google. Tuttavia tali dati pongono questo motore di ricerca in cima a qualsiasi elenco dei motori di ricerca.

Creato come progetto di ricerca nel 1996 da Sergey Brin e Larry Page, entrambi si sono offerti di vendere il loro motore nel 1999 a Excite per una cifra enorme, quella di 750.000 dollari. L'offerta è stata respinta ponendo Google in cima alla mia lista delle "cattive chiamate di lavoro". La società madre di Google Alphabet ora vale circa 650 miliardi di dollari.

Oltre ad alimentare i propri risultati di ricerca, Google fornisce anche i risultati di ricerca per una vasta gamma di altri motori, tra cui il vecchio Ask.com.

Pro e contro

Il grande appello al posizionamento su Google rappresenta chiaramente l'enorme potenziale traffico. Il rovescio della medaglia è che tutti vogliono questo traffico, rendendo la ricerca organica la ricerca più competitiva e a pagamento spesso più costosa rispetto ad altri siti.

Inoltre, molti sostengono che Google sta spostando i ricercatori dal fare clic sui siti Web verso il soddisfacimento delle loro esigenze e intenzioni direttamente sul sito Web di Google tramite frammenti in primo piano, numero ridotto di risultati organici sulla prima pagina, aumento dei risultati di ricerca a pagamento, ecc. la concorrenza più costosa con una potenziale ricompensa inferiore.

2. YouTube



YouTube è stato fondato nel 2005 da veterani di PayPal ed è stato acquistato poco più di un anno dopo nientemeno che da Google, dandogli il controllo sui due principali motori di ricerca in questo elenco.

YouTube riceve oltre 1,5 miliardi di utenti che effettuano l'accesso al mese e fornisce agli utenti oltre 1 miliardo di ore di video ogni giorno.

Se sei curioso del primo video caricato (che ha oltre 41 milioni di visualizzazioni) è una clip di 19 secondi del co-fondatore Jawed Karim allo zoo. Non esattamente MTV giocando a "Video Killed The Radio Star" , ma ha fatto il suo lavoro visto che era l’inizio di un epopea....

Pro e contro

Come per Google, è facile essere catturati dal fascino di un traffico così intenso ma è anche una trappola per gli esperti di marketing.

L'uso di YouTube come veicolo per il traffico non può essere sottovalutato nel suo impatto in caso di successo. Tuttavia, considerando che ogni minuto vengono caricate su YouTube oltre 300 ore di video, può diventare difficile distinguersi.

Con le opportunità pagate attraverso il sistema Google AdWords, può anche essere costoso competere su quel fronte.

Detto questo, se riesci a ottenere l'attenzione del tuo target demografico su YouTube con incredibili campagne come quelle di GoPro o Blendtec, puoi ottenere un'esposizione incredibile a buon prezzo.

3. Amazon

Amazon è stata lanciata nel 1995 e, pertanto, è considerata una delle prime grandi aziende a vendere beni online. Hanno iniziato a vendere libri online ma si sono allargati rapidamente. Nel 1999, il fondatore Jeff Bezos ha vinto il premio del Time Of Person Of The Year per aver reso lo shopping online popolare e accessibile.

Amazon ha avuto tanto successo, tanto che l'anno scorso oltre la metà di tutte le ricerche di acquisti online non è iniziata su Google ma su Amazon. Combina tale dato con la loro acquisizione di Whole Foods , che dà loro accesso a cibi freschi, e si può essere abbastanza sicuri che vedremo questo e-commerce continuare a salire.

Pro e contro

I lati positivi, come su Google, sono evidenti su scala. Se vendi widget blu e vuoi essere dove le persone li cercano, allora vuoi essere su Amazon.

In effetti, alcuni possono argomentare in base ai numeri che avere un sacco di contenuti grandi e utili potrebbe aiutarti a posizionarti su Google e convincere tutte quelle persone che cercano di capire quali sono i widget blu e di quali si ha bisogno, ma a meno che tu non sia su Amazon, non sarai dove cercano quando stanno effettivamente cercando di convertire.

Il rovescio della medaglia è che la concorrenza è agguerrita, i prezzi e altri dettagli sono facili da confrontare rispetto ai prodotti della concorrenza, e il costo per la vendita può diventare piuttosto costoso a volte.

Entrare in anticipo può essere difficile se non si dispone di un prodotto unico poiché vendite e recensioni sono importanti per le classifiche. Per lo stesso motivo, le aziende affermate con buoni prodotti e reputazione ottima possono conservare bene i loro posizionamenti.

Esistono anche opzioni CPC per la promozione dei prodotti.

È troppo presto per dire subito come Alexa avrà un impatto sulle ricerche e sulle vendite, ma questa è un'area da tenere sotto osservazione.

4. Facebook

Nel 2006 è nato Facebook (come lo conosciamo). Nel 2004 è stato accessibile solo dagli studenti e nel 2006 è stato aperto al mondo.

Non è una scelta naturale quando si pensa ai motori di ricerca, tuttavia, l'anno scorso ha superato i 2 miliardi di ricerche / giorno posizionandosi davanti a Bing.

Con oltre 1,5 miliardi di visitatori registrati al mese, Facebook offre anche alle aziende e agli inserzionisti un accesso incredibile al mercato e tende ad essere dove si trovano le persone quando non lavorano (la società attuale è esclusa ovviamente).

Pro e contro

Probabilmente sta diventando abbastanza ovvio come si svolge questa storia, il più grande "pro" è la base di utenti, ma questo dato è vero con quasi tutte le piattaforme. Con quella base di utenti arriva il più grande "contro" che è il prezzo.

A seconda del target demografico, il prezzo può arrivare a molti dollari per clic, rendendolo più economico di Google AdWords ma comunque costoso. Inoltre alcuni possono sostenere che il traffico non è così mirato.

C'è un altro pro ed un altro contro: mentre il traffico attraverso il sistema di ricerca di AdWords ruota attorno alle query di ricerca (almeno su Google) che danno una rilevanza intrinseca, molta pubblicità su Facebook ruota attorno a titoli di lavoro, posizioni, interessi e altri dati demografici. Si tende a perdere in rilevanza, tuttavia , è un ottimo mezzo per mettersi in contatto con le persone quando non ti stanno cercando.

Vuoi lanciare un nuovo prodotto? Ottieni il tuo nuovo e-book di fronte a un gruppo di professionisti SEO che potrebbero non essere alla ricerca di "seo ebook"? Facebook offre molta flessibilità in questo settore.

Mentre la portata organica ha teso a calare drasticamente negli ultimi anni, Facebook rappresenta una solida fonte di traffico non pagato. Ciò implica garantire la fedeltà al marchio e la costante produzione di buoni contenuti, in quanto un coinvolgimento coerente è la chiave per classificarsi organicamente.

5. Bing

Bing ha sostituito MSN Search come risposta di Microsoft a Google nel 2009. Lanciandosi con solo l'8,4% della quota di mercato della ricerca, hanno rapidamente superato il 10 percento e, nel corso di quell'anno, un accordo per potenziare la ricerca di Yahoo l’ha fatto salire al 28,1%. Nel 2016 hanno aggiunto AOL ai siti per i quali forniscono risultati di ricerca.

Queste aggiunte hanno reso Bing un vero contendente e gli ultimi dati di Microsoft indicano che ora stanno alimentando il 33% delle ricerche statunitensi.

Di recente Bing ha svolto molte attività teatrali nello spazio pubblicitario nel tentativo di mettersi al passo con Google, aggiungendo una serie di funzionalità come Bing Ads, che vanno dal miglioramento della funzionalità di importazione di AdWords alle modifiche della corrispondenza delle parole chiave, nonché al miglioramento dei rapporti da apportare i loro sistemi allo standard e aiutano i manager che hanno già familiarità con AdWords a lavorare nel loro sistema.

Pro e contro

Sebbene Bing non abbia la quota di mercato di Google, è rispettabile in molti mercati tra cui Stati Uniti e Regno Unito.

Organicamente i loro algoritmi non sono sofisticati come quelli di Google, il che li rende più facili da comprendere, prevedere e ottimizzare. Anche se questo approccio non sarà qualcosa di definitivo.

A causa del traffico ridotto, ci sono meno professionisti SEO che gareggiano per le prime 10 posizioni e studiano gli algoritmi che forniscono un buon ROI per coloro che lo fanno.

Sul lato della pubblicità, ci sono sistemi meno sofisticati con cui lavorare, tuttavia, Bing sta chiaramente recuperando rapidamente. A causa del volume inferiore e della facilità di configurazione delle campagne AdWords esistenti, il CPC inferiore può facilmente compensare il traffico inferiore.

Nota: questo non vuol dire semplicemente copiare le tue campagne AdWords in Bing e completarle. Ogni motore di ricerca deve essere gestito individualmente per il suo CPC e sulla base dei dati demografici (con conseguenti tassi di conversione diversi, ecc.). Tuttavia, la copia delle campagne può accelerare notevolmente il processo di installazione.

6. Baidu

Che cos'è Baidu?

Baidu è stata fondata nel 2000 ed è il motore di ricerca principale in Cina con oltre l'82% di quota di mercato in cui Google arriva allo 0,61% e Bing allo 0,37%.

Questo motore di ricerca sta effettuando enormi investimenti nell'intelligenza artificiale e va stabilendo la struttura che molti altri dovranno seguire o almeno contendere per quanto riguarda la decisione su quali aziende (come NVIDIA) avranno i vantaggi monetari e competitivi di questi investimenti.

Al di fuori della Cina, Baidu ha poca influenza. All'interno del paese, Baidu alimenta 3,3 miliardi di ricerche al giorno.

Pro e contro

L'aspetto negativo di Baidu è che dà accesso a un solo mercato. Il lato positivo è che il mercato a cui dà accesso è enorme.

Detto questo, è fondamentale capire che l'accesso al mercato cinese non è come accedere a qualsiasi altro mercato (questa è la maledizione del SEO internazionale). La grafica, la verbosità e le abitudini sono completamente diverse e Google Translate non ti aiuterà a conquistare alcun cliente.

Per accedere al mercato cinese tramite Baidu, hai bisogno di qualcuno dello staff che parli la lingua e comprenda il marketing per la cultura cinese.

Nel complesso, gli algoritmi organici sono più semplicistici di quelli di Google e i loro sistemi a pagamento possono essere più facili dopo l'installazione, ma è più complesso se risiedi al di fuori della Cina.

7. Yandex

Che cos'è Yandex?

Yandex ha le sue radici in un progetto avviato da due sviluppatori russi per aiutare nella classificazione dei brevetti nel 1990 sotto la compagnia Arkadia.

Il termine Yandex è stato adottato nel 1993 per " Y et A nother i NDEX er". Il dominio Yandex.ru è stato lanciato nel 1997.

Nel 2011, sono stati resi pubblici alla Borsa di New York con una IPO di 1,3 miliardi di dollari, rendendola la seconda più grande in quel momento (subito dopo Google). Yandex attualmente alimenta oltre la metà di tutte le ricerche in Russia.

Pro e contro

Come con la maggior parte dei motori più piccoli (rispetto a Google), c'è meno traffico su Yandex ma la concorrenza è inferiore sia a livello organico che a pagamento. Gli algoritmi utilizzati da Yandex sono meno sofisticati di quelli di Google e quindi più facili da valutare e da ottimizzare.

La cattiva notizia è che sebbene gli algoritmi di Yandex siano meno sofisticati di quelli di Google, presentano elementi che rendono difficile per gli estranei approcciarsi a tale motore di ricerca, tra cui una maggiore ponderazione della geolocalizzazione.

Il sistema a pagamento è ovviamente più flessibile in questo senso e rispetto a Google, Facebook e Bing tende ad essere meno costoso per clic.

Commenti