Passa ai contenuti principali

Tarocchi e amore: un legame indissolubile secondo Carl Gustav Jung

 

Tarocchi, che passione! Fin troppo facile, forse, liquidarne ogni aspetto e considerarli alla stregua di credenze popolari. Se continuano ad essere letti, consultati e documentati deve sicuramente esserci un qualche interesse di fondo, che persevera fin dalla notte dei tempi (molto probabilmente almeno dalla metà dell'anno 1200). 

Del resto, anche uno psicologo e psichiatra importante per lo sviluppo del pensiero moderno come Carl Gustav Jung arrivò a riconoscere nei tarocchi una forma interessantissima di ciò che veniva da lui chiamato "inconscio collettivo". Tarocchi e fortuna. Tarocchi e il nostro futuro, così difficile da preventivare. Tarocchi e i nostri desideri. Tarocchi e vita lavorativa. Naturalmente, anche tarocchi e amore, soprattutto nei tempi distanzianti (e ancora anomali, pieni di vincoli su quello che possiamo fare e su chi possiamo o meno incontrare, inclusi i nostri cari) che siamo costretti a vivere.

Il che significa: i tarocchi potrebbero, a questo punto, esprimere il nostro modo di pensare "interiorizzato", sepolto, interno, per dirla in modo più semplice quello che nel nostro profondo pensiamo tutti, in molti casi senza nemmeno dirlo apertamente, senza nemmeno accorgerci che lo facciamo, e che è il più delle volte in grado di esprimere i nostri desideri più reconditi, segreti, inconfessabili. Un viaggio tra i nostri tabù, se vogliamo, e tra le mille proibizioni in cui siamo sospinti in quest'epoca moderna, che ci condiziona tutti e che grazie a tarocchi potremmo, in qualche modo, essere in grado quantomeno di rilevare meglio.

78 carte con affascinanti simboli rappresentati su di essi, molti dei quali sono considerati i cosiddetti "arcani maggiori". Dai nomi altisonanti ed in grado di evocare le più diverse suggestioni: la Papessa, l'Eremità, la Ruota, l'Appeso, il Mondo, il Giudizio e  - non poteva mancare, ci verrebbe da scrivere - il Matto. Si tratta dei tarocchi, le carte con cui i cartomanti sono a volte in grado di "leggere" nelle nostre vite, in effetti, sono qualcosa in più di un semplice "tirare ad indovinare", come molti scettici tendono a sostenere da tempo. I tarocchi potrebbero, semmai, essere in grado di contenere ed elaborare simboli che abbiamo assimilato al nostro inconscio, il che significa che rendono la cosa un tratto comune per tutti gli esseri umani (inclusi gli scettici, a questo punto). E come avverrebbe questo condizionamento? È subito detto: secondo modalità che i più tendono a ricondurre al cosiddetto "pensiero magico". Una bellissima frase che riassume questo concetto, secondo lo stesso Jung, è quella secondo cui i tarocchi rappresentano una specie di deposito di tutte le esperienze umane, fin dall’inizio dei tempi.

Le origini dei tarocchi, del resto, rimangono confinate ad un ambito misterioso e mai chiarito del tutto dagli storici: secondo la maggiorparte delle fonti, infatti, sarebbero state portate in Europa per la prima volta da Marco Polo, per quanto poi la loro effettiva origine si faccia risalire e si intrecci, tra mille contaminazioni differenti, all'uso delle carte napoletane (coi loro noti semi bastoni, spade, coppe e denari). Nulla di cui non si sia approfonditamente discusso in passato, ovviamente, e che continua ad esercitare il proprio fascino sulla mente di molti di noi. Neanche a dirlo, a volte senza che ce ne accorgiamo, in modo inconscio, effettivamente, dando ragione a quell'osservazione fatta da Jung più di 70 anni fa.


Post popolari in questo blog

Lowryder, la storia della più famosa varietà di cannabis autofiorente

  Da diversi anni a questa parte, l’interesse nei confronti della cannabis è aumentato notevolmente. Ogni giorno tantissime persone scelgono di iniziare a coltivarla per hobby. Quando ci si avvicina a questo mondo, è necessario ricordare l’esistenza di diverse tipologie di sementi. Tra i semi di cannabis più famosi e apprezzati troviamo gli autofiorenti. La loro caratteristica principale risiede nel non essere fotoperiodici. Ciò vuol dire che crescono sulla base non della luce, ma dell’età delle piante. Queste ultime, generalmente, raggiungono altezze non eccessive, il che è vantaggioso soprattutto quando si ha a che fare con spazi piccoli e si ha voglia di mantenere la massima discrezione. La storia dei semi autofiorenti è iniziata negli anni ‘70 e ha visto il culmine all’inizio del terzo millennio. Raccontarla vuol dire chiamare in causa una varietà su tutte: la Lowryder. Seguici nelle prossime righe per scoprire tutte le informazioni che la riguardano! Quando è nata e

Come arredare casa risparmiando

Quando arriva il momento di arredare casa , a prescindere che lo si faccia da zero o che si proceda a seguito di una ristrutturazione, sono diversi gli aspetti ai quali fare attenzione. Uno dei più importanti riguarda il risparmio. Al giorno d’oggi, in un momento all’insegna della crisi economica, è essenziale tenere conto del portafoglio. Se vuoi sapere come non farlo soffrire e, nel contempo, esaltare al massimo l’estetica della tua abitazione, prosegui nella lettura di questo articolo. I bonus fiscali Chiunque si trovi davanti alla necessità d i arredare casa non può non informarsi sui bonus fiscali in vigore, che permettono di detrarre dal reddito imponibile, nell’arco di dieci anni, una determinata percentuale di spesa. Per quest’anno, è possibile richiedere il beneficio fiscale per mobili e grandi elettrodomestici acquistati per immobili oggetto di lavori di ristrutturazione. La detrazione va calcolata, per l’anno in corso, su un ammontare massimo di 8000 euro (il

Come fare un unicorno origami

Purtroppo, non esiste un modello di origami specifico per riprodurre l'unicorno di "Blade Runner", poiché l'origami è un'arte che si basa su schemi e design preesistenti o creati da artisti. Tuttavia, puoi cercare di creare un modello di unicorno in stile "Blade Runner" utilizzando un design di origami base e personalizzandolo secondo il tuo gusto.  Ecco una guida generale su come creare un unicorno di origami: Materiali necessari: Una quadrato di carta, preferibilmente di colore bianco o nero Matita (facoltativa) Penna o pennarello per i dettagli (facoltativo) Passi: Preparazione: Inizia con un quadrato di carta. Se hai una carta rettangolare, piegala in modo da ottenere un quadrato tagliando o piegando l'eccesso di carta. Base: Piega il quadrato di carta a metà lungo la diagonale per ottenere un triangolo. Apri il triangolo e piega la carta a metà lungo l'altra diagonale per ottenere un altro triangolo. Apri il secondo triangolo e piega la cart

Ricambi Pit Bike

 Le pit bike, con il loro stile unico e la versatilità nel fuoristrada e nelle competizioni, stanno guadagnando sempre più popolarità tra gli appassionati di moto. Tuttavia, come qualsiasi veicolo, richiedono una manutenzione adeguata per mantenere alte prestazioni e garantire la sicurezza del pilota. Esploreremo l'importanza dei ricambi pit bike e daremo preziosi consigli su come selezionare i migliori componenti per la propria moto. Preparati a esplorare il mondo dei ricambi per pit bike e a rendere la tua esperienza di guida ancora più emozionante e sicura. Importanza dei ricambi di qualità per le pit bike Quando si tratta di pit bike, la qualità dei ricambi utilizzati riveste un ruolo fondamentale: sono motociclette robuste e potenti progettate per affrontare terreni accidentati e situazioni impegnative. E’ quindi essenziale garantire che i ricambi utilizzati siano affidabili e di alta qualità. Ecco perché l'importanza dei ricambi di qualità per le pit bike non può es