Passa ai contenuti principali

La ricetta per dei perfetti cookies all'olio di CBD


 

Hai degli ospiti a cena e, invece di comprare il dessert, preferisci prepararlo tu, seguendo una ricetta che comprenda l'olio di CBD! Allora questo articolo è proprio quello che fa per te, in quanto ti spiegheremo come preparare degli ottimi cookies all'olio di CBD.

Per iniziare questa preparazione, dovrai assicurarti di avere a disposizione tutti gli ingredienti utili a questa ricetta, che ti elencheremo nei paragrafi a seguire: la prima cosa di cui dovrai preoccuparti e occuparti, però, è comprare marijuana legale, ovviamente sotto forma di olio di CBD, il quale è acquistabile nei vari negozi fisici che sicuramente troverai nella tua città oppure nei vari store reperibili anche online.

Il primo passaggio di questa ricetta prevede la preparazione di un elemento fondamentale, cioè il burro di CBD, che ti spiegheremo nel prossimo paragrafo; per concludere, ti elencheremo tutti i restanti ingredienti e i passaggi necessari a completare la preparazione di questi cookies.

Il primo passaggio: la preparazione del burro di CBD

Ed eccoci arrivati al primo passaggio di questa ricetta: la preparazione del burro di CBD. Per questa preparazione, sono necessari solamente tre ingredienti: 250 grammi di burro, un litro di acqua e, ovviamente, il giusto quantitativo di olio di CBD.

Bisogna iniziare scaldando l'acqua e aspettando che arrivi all'ebollizione: una volta che l'acqua bolle, si può procedere inserendo i 250 grammi di burro al suo interno e aspettando che si sciolga completamente, fino a quando non raggiungerà una consistenza abbastanza liquida. Raggiunta questa consistenza, è necessario aggiungere il giusto quantitativo di olio di CBD al composto ottenuto.

La preparazione del burro di CBD è un procedimento piuttosto lungo, che può arrivare a durare anche otto ore, durante le quali il composto sul fuoco va sempre tenuto sotto controllo, avendo cura di aggiungere acqua se ci si rende conto che quella presente nella pentola è insufficiente a coprire tutti gli ingredienti. Una volta che saranno passate le otto ore, è possibile procedere filtrando il composto ottenuto, avendo cura di eliminare tutta la parte liquida e di trattenere solamente la parte solida, che andrà conservata in frigorifero.

Gli altri ingredienti e il procedimento per dei perfetti cookies all'olio di CBD

Dopo aver completato la preparazione del burro di CBD, si può procedere con la lavorazione dei restanti ingredienti, che sono i seguenti:

  • 250 grammi di farina;
  • 100 grammi di zucchero (bianco o di canna, a seconda delle proprie preferenze);
  • un tuorlo d'uovo;
  • un uovo intero;
  • a piacere, 250 grammi di gocce di cioccolato.

A questo punto, è necessario unire tutti gli ingredienti che abbiamo elencato, compreso il burro di CBD, all'interno di una ciotola; dopodiché, bisogna procedere mescolando questi ingredienti utilizzando una frusta a mano o una frusta elettrica. Fatto ciò, è necessario lasciare riposare l'impasto che ne è risultato all'interno del frigorifero, per circa venti minuti. In questi venti minuti, si può già procedere con la preparazione della teglia, sulla quale applicheremo uno strato di carta da forno, e con l'accensione del forno, il quale deve essere preriscaldato a 170 gradi.

Passati venti minuti, l'impasto sarà diventato freddo e plasmabile, e sarà possibile creare delle palline, che diventeranno i nostri biscotti, procedendo così fino a terminare completamente l'impasto e a riempire la teglia, avendo cura di lasciare lo spazio necessario tra una pallina e l'altra per la crescita dovuta al calore del forno. A questo punto, è possibile infornare i biscotti, che dovranno rimanere in forno per una ventina di minuti circa: il nostro consiglio, comunque, è quello di tenerli d'occhio, in modo tale che non si brucino, fino ad aspettare che si crei quella crosticina dorata che contraddistingue tutti i cookies.

Post popolari in questo blog

Migliori siti per giocare a poker online e trucchi validi

  Poker e web è sempre stato un legame molto solido e indissolubile: ci sono decine di statistiche ufficiali (a partire da Google Trends ) a dimostrarlo, e di fatto non c'è dubbio che la popolarità del poker sia crescente. Questo è avvenuto nel nostro paese, dati alla mano, fin dai tempi in cui videogame per il browser come la saga di Governor of Poker , Zynga Poker e Pokerstars i quali hanno finito per incrementare l' hype sul tema. Da tempo gli appassionati di questo gioco - considerato un vero e proprio sport in molti paesi mondiali -  sono alla ricerca dei migliori siti a tema,  per poter giocare online - e provare l'ebbrezza di farlo anche senza muoversi dalla propria casa: semplicemente avendo con un computer connesso a internet . Senza dimenticare che, per quello che riguarda il poker online gratis senza registrazione soldi finti, c'è chi cerca un modo per poter partecipare senza pagare , senza dover spendere un euro e poter giocare a poker online gratis . I

Huli jing: curiosità sullo spirito delle volpi nella cultura cinese

  Che siate pratici o meno della cultura asiatica, saprete che classicamente attribuiscono un forte valore mitologico e in alcuni casi religioso a spiriti di vario genere, molti dei quali hanno fattezze animali. Tra gli spiriti più famosi della cultura giapponese, divenuta popolare anche in occidente grazie a manga e anime, troviamo senza dubbio le Kitsune, spiriti di norma femminili dalle fattezze che ricordano le volpi. Ma la cultura giapponese non è l'unica che accenna a spiriti di questo genere: troviamo infatti un corrispettivo chiamato kumiho nella cultura coreana ed un parente estremamente simile chiamato huli jing o jiuweihu nella cultura cinese. La volpe a nove code La creatura mitologica che oggi conosciamo principalmente con il nome di Kitsune ha con tutta probabilità origine dalla cultura cinese, piuttosto che da quella giapponese, con il nome di huli jing. In particolare è nota la jiuweihu, la volpe a nove code, della quale si hanno testimonianze già nell'antichi

Tarocchi e amore: un legame indissolubile secondo Carl Gustav Jung

  Tarocchi, che passione! Fin troppo facile, forse, liquidarne ogni aspetto e considerarli alla stregua di credenze popolari. Se continuano ad essere letti, consultati e documentati deve sicuramente esserci un qualche interesse di fondo, che persevera fin dalla notte dei tempi (molto probabilmente almeno dalla metà dell'anno 1200).  Del resto, anche uno psicologo e psichiatra importante per lo sviluppo del pensiero moderno come Carl Gustav Jung arrivò a riconoscere nei tarocchi una forma interessantissima di ciò che veniva da lui chiamato " inconscio collettivo ". Tarocchi e fortuna. Tarocchi e il nostro futuro, così difficile da preventivare. Tarocchi e i nostri desideri. Tarocchi e vita lavorativa. Naturalmente, anche tarocchi e amore , soprattutto nei tempi distanzianti (e ancora anomali, pieni di vincoli su quello che possiamo fare e su chi possiamo o meno incontrare, inclusi i nostri cari) che siamo costretti a vivere. Il che significa: i tarocchi pot

Un bellissimo gufo di montagna