Passa ai contenuti principali

7 motivi per iniziare ad assumere CBD


 

Negli ultimi anni, è cresciuto tantissimo l’interesse nei confronti dei rimedi naturali. Il desiderio di fare la differenza dal punto di vista della tutela dell’ambiente, così come la voglia di non avere a che fare con gli effetti collaterali che, molto spesso, i farmaci provocano, portano, ogni giorno, sempre più persone a occuparsi del proprio benessere ricorrendo a soluzioni come il CBD.

Il cannabidiolo, fitocannabinoide più famoso dopo il THC, è al centro, da tempo, di un’attenzione scientifica notevole e di un grande successo commerciale. Le aziende che propongono prodotti che lo hanno tra gli ingredienti - una delle più famose in Italia è Maria CBD Oil - hanno iniziato, da tre anni a questa parte, a vedere i loro fatturati impennarsi.

A cosa è dovuto tutto ciò? Agli straordinari benefici del cannabidiolo. Li si chiama in causa spesso, ma non sempre si entra nel vivo. Alla luce di ciò, nelle prossime righe abbiamo elencato sette motivi per cui è opportuno iniziare ad assumere CBD.

Efficacia antidolorifica

Grazie alla sua capacità di interagire con il sistema endocannabinoide, il CBD si contraddistingue per una forte efficacia antidolorifica. I primi studi in merito sono stati effettuati sui ratti. La scienza è ovviamente andata avanti. A dimostrazione di ciò, è possibile chiamare in causa l’approvazione del farmaco Sativex.

Questo spray orale, caratterizzato dalla presenza di un mix tra THC e CBD, è legale negli USA e viene utilizzato per alleviare i dolori di cui soffrono i pazienti con sclerosi multipla.

Effetti contro ansia e depressione

Il CBD può rivelarsi un alleato prezioso contro problematiche come l’ansia e la depressione. Anche in questo caso, si possono chiamare in causa diverse testimonianze scientifiche. Svariati studi hanno portato alla luce l’efficacia maggiore del cannabidiolo rispetto al placebo nel controllo dei sintomi dell’ansia.

A cosa è dovuto questo beneficio? Alla capacità del CBD di interagire con i recettori della serotonina. Questo neurotrasmettitore è notoriamente legato al miglioramento dell’umore e alla riduzione di sintomi fastidiosi come il mal di testa.

Effetti positivi sul dolore oncologico e sulla proliferazione delle cellule del cancro

Diverse evidenze scientifiche - tra le quali è possibile includere un articolo pubblicato il 10 febbraio 2022 e curato da esperti attivi presso realtà accademiche come la Torrens University di Adelaide, Australia - hanno mostrato la capacità del CBD, in unione con il THC, di attenuare le manifestazioni di dolore oncologico, ma anche effetti collaterali delle terapie come l’ansia e la depressione.

Inoltre, il THC, il CBD e altri cannabinoidi sarebbero in grado di inibire la proliferazione di linee cellulari di cancro al seno.

Per amor di precisione, rammentiamo che, oggi come oggi, i risultati relativi agli effetti del CBD sui tumori sono ancora scarsi e legati soprattutto a modelli animali.

Benefici per la pelle

Il CBD si contraddistingue anche per diversi benefici che riguardano la pelle. Il cannabidiolo, nello specifico, ha effetti antinfiammatori, motivo per cui è incluso tra gli ingredienti di cosmetici anti acne, ed è un ottimo anti age.

Efficacia neuroprotettiva

Anche se la ricerca deve fare ancora numerosi passi avanti, il CBD, in alcuni studi, si è dimostrato efficace per quanto riguarda la riduzione dell’infiammazione e della neurodegenerazione nei pazienti con diagnosi di Alzheimer. Pure in questo caso, oggi come oggi, la maggior parte dei risultati riguardano i modelli animali.

CBD e cuore

Un altro motivo per cui vale la pena assumere CBD riguarda i benefici del cannabidiolo per la salute del cuore. La sua assunzione, infatti, può favorire una riduzione dei valori della pressione arteriosa, aspetto fondamentale per il benessere cardiovascolare.

Il CBD è un toccasana per il cuore anche per via della sua efficacia antinfiammatoria. Ricordiamo che i processi infiammatori sono alla base di molte patologie cardiovascolari, dalla malattia coronarica fino all’ictus.

Inoltre, come dimostrato da diversi studi effettuati per ora soprattutto su animali, il cannabidiolo sarebbe in grado di prevenire danni cardiaci a lungo termine nei soggetti che hanno avuto a che fare con gli infarti. La ricerca è ancora agli albori, ma il potenziale c’è!

Prevenzione del diabete

Anche in questo frangente, abbiamo a che fare con un beneficio che richiede ulteriori conferme per quanto riguarda gli esseri umani. Per ora, infatti, gli studi che chiamano in causa il CBD come agente naturale in grado di favorire la prevenzione del diabete sono stati effettuati soprattutto su animali (in particolare topi).

Post popolari in questo blog

Lowryder, la storia della più famosa varietà di cannabis autofiorente

  Da diversi anni a questa parte, l’interesse nei confronti della cannabis è aumentato notevolmente. Ogni giorno tantissime persone scelgono di iniziare a coltivarla per hobby. Quando ci si avvicina a questo mondo, è necessario ricordare l’esistenza di diverse tipologie di sementi. Tra i semi di cannabis più famosi e apprezzati troviamo gli autofiorenti. La loro caratteristica principale risiede nel non essere fotoperiodici. Ciò vuol dire che crescono sulla base non della luce, ma dell’età delle piante. Queste ultime, generalmente, raggiungono altezze non eccessive, il che è vantaggioso soprattutto quando si ha a che fare con spazi piccoli e si ha voglia di mantenere la massima discrezione. La storia dei semi autofiorenti è iniziata negli anni ‘70 e ha visto il culmine all’inizio del terzo millennio. Raccontarla vuol dire chiamare in causa una varietà su tutte: la Lowryder. Seguici nelle prossime righe per scoprire tutte le informazioni che la riguardano! Quando è nata e

Come arredare casa risparmiando

Quando arriva il momento di arredare casa , a prescindere che lo si faccia da zero o che si proceda a seguito di una ristrutturazione, sono diversi gli aspetti ai quali fare attenzione. Uno dei più importanti riguarda il risparmio. Al giorno d’oggi, in un momento all’insegna della crisi economica, è essenziale tenere conto del portafoglio. Se vuoi sapere come non farlo soffrire e, nel contempo, esaltare al massimo l’estetica della tua abitazione, prosegui nella lettura di questo articolo. I bonus fiscali Chiunque si trovi davanti alla necessità d i arredare casa non può non informarsi sui bonus fiscali in vigore, che permettono di detrarre dal reddito imponibile, nell’arco di dieci anni, una determinata percentuale di spesa. Per quest’anno, è possibile richiedere il beneficio fiscale per mobili e grandi elettrodomestici acquistati per immobili oggetto di lavori di ristrutturazione. La detrazione va calcolata, per l’anno in corso, su un ammontare massimo di 8000 euro (il

Olio di CBD: cos’è, come si usa, benefici, effetti collaterali

  L’ olio di CBD è un prodotto che, negli ultimi anni, è stato interessato da una vera e propria esplosione delle vendite. Soprattutto dal 2020 ad oggi, quando la pandemia ha messo tutti davanti alla necessità di affrontare un livello di malessere mai visto prima e di trovare nuovi metodi, possibilmente naturali, per rilassarsi, la sua popolarità è salita alle stelle. Aziende come Maria CBD Oil hanno visto i loro fatturati impennare. La possibilità di procedere agli acquisti online ha reso tutto ancora più interessante: prima le restrizioni sociali e poi la comodità, hanno spinto tantissime persone a prendere letteralmente d’assalto gli e-shop che vendono olio di cannabidiolo. Di cosa si tratta? Quali sono i benefici e gli effetti collaterali di questo prodotto? Come si usa? Nelle prossime righe, vediamo assieme le risposte a queste domande. Cos’è l’olio di CBD? L’ olio di CBD è un prodotto naturale che vede il cannabidiolo , il fitocannabinoide più famoso dopo il THC, di

Come sfruttare i social media per promuovere il tuo centro estetico?

Negli ultimi anni, i social media si sono affermati come uno strumento fondamentale per la promozione delle attività commerciali, in particolare per quelle a carattere locale come i centri estetici. Utilizzare i social media per promuovere il tuo centro estetico ti permette di raggiungere un pubblico più vasto e di aumentare la visibilità della tua attività. Ecco alcuni consigli pratici su come sfruttare al meglio i social media per promuovere il tuo centro estetico. Identifica il tuo pubblico di riferimento Prima di iniziare a utilizzare i social media per promuovere il tuo centro estetico, è importante identificare il tuo pubblico di riferimento. Chi sono i tuoi clienti ideali? Quali sono le loro caratteristiche demografiche e i loro interessi? Identificare il tuo pubblico ti permette di creare contenuti più mirati e di raggiungere persone che sono più propense ad essere interessate ai tuoi servizi. Scegli i canali giusti Non tutti i social network sono uguali, e non tutti