Passa ai contenuti principali

Come arredare casa risparmiando

Quando arriva il momento di arredare casa, a prescindere che lo si faccia da zero o che si proceda a seguito di una ristrutturazione, sono diversi gli aspetti ai quali fare attenzione. Uno dei più importanti riguarda il risparmio. Al giorno d’oggi, in un momento all’insegna della crisi economica, è essenziale tenere conto del portafoglio. Se vuoi sapere come non farlo soffrire e, nel contempo, esaltare al massimo l’estetica della tua abitazione, prosegui nella lettura di questo articolo.

I bonus fiscali

Chiunque si trovi davanti alla necessità di arredare casa non può non informarsi sui bonus fiscali in vigore, che permettono di detrarre dal reddito imponibile, nell’arco di dieci anni, una determinata percentuale di spesa.

Per quest’anno, è possibile richiedere il beneficio fiscale per mobili e grandi elettrodomestici acquistati per immobili oggetto di lavori di ristrutturazione. La detrazione va calcolata, per l’anno in corso, su un ammontare massimo di 8000 euro (il prossimo anno scenderanno a 5000).

La detrazione dal reddito imponibile è pari al 50% della sopra citata cifra e va distribuita nell’arco di dieci anni. A ciascun anno, corrisponde una quota uguale alle altre.

Per aver diritto al suddetto beneficio fiscale, è necessario effettuare il pagamento con bonifico, carta di credito o carta di debito.

I mercatini dell’usato

Oggi come oggi, nell’ambito dell’arredamento e non solo, si sta riscoprendo l’importanza dell’usato, il cui recupero ha un ruolo nodale sia a livello economico, sia dal punto di vista della sostenibilità.

Andare per mercatini dell’usato quando si deve arredare casa può rappresentare un’idea fantastica sia ai fini del risparmio, sia per trovare pezzi originali se si ama l’idea di dare ai propri ambienti domestici un mood diverso dal moderno. Chi ama stili come il vintage lo sa bene: accontentarsi delle imitazioni non è il massimo. Grazie ai mercatini dell’usato - ce ne sono tantissimi in tutto il Paese e tutti caratterizzati da un’atmosfera speciale - è possibile acquistare pezzi originali e, nel contempo, non spendere troppo.

Il momento dei saldi

I saldi non riguardano solo i capi di abbigliamento. Anche i brand di arredamento li propongono periodicamente. Un’altra buona notizia? Se si sceglie di comprare online, è possibile usufruire di sconti anche a seguito dell’iscrizione alla newsletter.

Gli e-commerce e i rivenditori multi brand

Se si ha intenzione di risparmiare nell’arredamento della casa, è bene focalizzarsi verso e-commerce o rivenditori fisici multi brand. Facciamo un esempio concreto per capire meglio.

Se, per esempio, si ha la necessità di acquistare pavimenti per interni moderni, orientarsi verso un e-commerce specializzato che comprenda le proposte di diverse aziende è il miglior modo per avere la certezza della qualità e, nel contempo, per poter tenere sotto controllo le spese confrontando le proposte economiche di più brand.

Le composizioni già realizzate

Non c’è che dire: le opportunità per risparmiare quando si arreda casa davvero non mancano. Oltre a quelle appena menzionate, è il caso di rammentare la possibilità, sia negli store fisici, di acquistare composizioni di mobili già pronte. Si tratta di un vantaggio molto interessante e ideale per ambienti come la cucina, ma anche per la camera da letto dei più piccoli, per la quale è possibile acquistare meravigliose soluzioni all in one, ovviamente non personalizzate.

I mobili da esposizione

Un altro consiglio per arredare casa senza perdere di vista né il portafoglio, né l’estetica consiste nell’orientarsi verso i mobili da esposizione. Cosa sono? Elementi d’arredo che i brand espongono nelle vetrine degli showroom per attirare potenziali clienti. In media, costano molto meno.

Un altro suggerimento da tenere presente? L’acquisto di mobili direttamente in fabbrica. In questo caso, però, sarà necessario spendere un po’ di tempo per trovare le aziende migliori e farsi trovare pronti, eventualmente, a comprare pezzi con dei piccoli difetti.

Post popolari in questo blog

Lowryder, la storia della più famosa varietà di cannabis autofiorente

  Da diversi anni a questa parte, l’interesse nei confronti della cannabis è aumentato notevolmente. Ogni giorno tantissime persone scelgono di iniziare a coltivarla per hobby. Quando ci si avvicina a questo mondo, è necessario ricordare l’esistenza di diverse tipologie di sementi. Tra i semi di cannabis più famosi e apprezzati troviamo gli autofiorenti. La loro caratteristica principale risiede nel non essere fotoperiodici. Ciò vuol dire che crescono sulla base non della luce, ma dell’età delle piante. Queste ultime, generalmente, raggiungono altezze non eccessive, il che è vantaggioso soprattutto quando si ha a che fare con spazi piccoli e si ha voglia di mantenere la massima discrezione. La storia dei semi autofiorenti è iniziata negli anni ‘70 e ha visto il culmine all’inizio del terzo millennio. Raccontarla vuol dire chiamare in causa una varietà su tutte: la Lowryder. Seguici nelle prossime righe per scoprire tutte le informazioni che la riguardano! Quando è nata e

Olio di CBD: cos’è, come si usa, benefici, effetti collaterali

  L’ olio di CBD è un prodotto che, negli ultimi anni, è stato interessato da una vera e propria esplosione delle vendite. Soprattutto dal 2020 ad oggi, quando la pandemia ha messo tutti davanti alla necessità di affrontare un livello di malessere mai visto prima e di trovare nuovi metodi, possibilmente naturali, per rilassarsi, la sua popolarità è salita alle stelle. Aziende come Maria CBD Oil hanno visto i loro fatturati impennare. La possibilità di procedere agli acquisti online ha reso tutto ancora più interessante: prima le restrizioni sociali e poi la comodità, hanno spinto tantissime persone a prendere letteralmente d’assalto gli e-shop che vendono olio di cannabidiolo. Di cosa si tratta? Quali sono i benefici e gli effetti collaterali di questo prodotto? Come si usa? Nelle prossime righe, vediamo assieme le risposte a queste domande. Cos’è l’olio di CBD? L’ olio di CBD è un prodotto naturale che vede il cannabidiolo , il fitocannabinoide più famoso dopo il THC, di

Come sfruttare i social media per promuovere il tuo centro estetico?

Negli ultimi anni, i social media si sono affermati come uno strumento fondamentale per la promozione delle attività commerciali, in particolare per quelle a carattere locale come i centri estetici. Utilizzare i social media per promuovere il tuo centro estetico ti permette di raggiungere un pubblico più vasto e di aumentare la visibilità della tua attività. Ecco alcuni consigli pratici su come sfruttare al meglio i social media per promuovere il tuo centro estetico. Identifica il tuo pubblico di riferimento Prima di iniziare a utilizzare i social media per promuovere il tuo centro estetico, è importante identificare il tuo pubblico di riferimento. Chi sono i tuoi clienti ideali? Quali sono le loro caratteristiche demografiche e i loro interessi? Identificare il tuo pubblico ti permette di creare contenuti più mirati e di raggiungere persone che sono più propense ad essere interessate ai tuoi servizi. Scegli i canali giusti Non tutti i social network sono uguali, e non tutti